Lavagna multimediale nelle scuole: come cambia la didattica

Lavagna multimediale nelle scuole: come cambia la didattica

La LIM, Lavagna Interattiva Multimediale, è sicuramente al primo posto nelle innovazioni tecnologiche che ben si adattato al contesto scolastico e sono sempre di più gli istituti scolastici che scelgono di affidarsi a questa e altre tecnologie come supporto nella didattica. Un’interessante intervista a don Andrea Bonsignori, dirigente della scuola elementare e media del Cottolengo di Torino, uscita su La Repubblica Torino qualche mese fa (qui l’articolo completo) propone interessanti spunti di riflessione sull’utilità di questi strumenti:

  • Possibilità con un unico strumento di visualizzare video, gallerie immagini, salvare pagine, annotare appunti, navigare online e molto altro per arricchire e approfondire gli argomenti trattati.
  • Le discriminazioni si annullano: la comunicazione con questi strumenti è più diretta e di base permette a tutti di avere un’unica condizione di partenza anche in presenza di differenze linguistiche, problematiche comportamentali e disabilità fisiche di vario genere.
  • Se introdotta dopo i primi anni di elementari, nei quali i bambini hanno la necessità di imparare a scrivere, la digitalizzazione non interferisce con l’apprendimento ma lo arricchisce, dimostrandosi uno strumento flessibile che si adatta alle esigenze di crescita di ciascun singolo studente.
  • Anche se l’investimento iniziale in termini di costi è ingente, la spesanegli anni viene ammortizzata e si arriva a risparmiare.

Quale lavagna multimediale scegliere?

Nella sua intervista don Andrea Bonsignori ci offre uno spunto interessante: «Molte scuole stanno installando in questi mesi la lavagna interattiva multimediale, ma anche se nella maggior parte degli istituti sta arrivando solo adesso, rischia di essere un sistema già superato. Noi abbiamo le lavagne Sharp digitali, che possono dialogare con 50 dispositivi diversi. Si possono trasmettere dati alla lavagna da qualsiasi cellulare, ma, viceversa, dalla lavagna il docente può trasmettere tutti i dati direttamente sui cellulari degli allievi. Che a loro volta possono lavorarli. ».

Cosa sono le lavagne Sharp digitali e come funzionano?

Si tratta di grandi Tablet a parete che si possono collegare a più dispositivi contemporaneamente tra pc, smartphone e tablet. La versione più evoluta di Big Pad Sharp come i modelli da 70pollici sono ideali per gli ambiti educativi più svariati (ambito scolastico, universitario ma anche di formazione e di corsi in generale) perché ottimizzati per migliorare la comunicazione e creare le migliori condizioni per una collaborazione efficace.

A volte può essere difficile mantenere la concentrazione e l’impegno di tutti in classe. In questi casi l’innovativo BIG PAD Sharp mostra tutta la propria utilità:

  • il generoso monitor touchscreen Full HD da 70 pollici consente di mostrare, creare e collaborare con facilità e precisione
  • L’intuitivo e smart pen software apre nuove strade per i brainstorming, per la condivisione di idee e l’assunzione delle decisioni.
  • Una straordinaria piattaforma con la quale potenziare la collaborazione, migliorare l’attenzione, o semplicemente aumentare l’efficacia delle lezioni e dei corsi.
  • L’unica tecnologia LCD UV2A Sharp permette il massimo della nitidezza in qualsiasi punto dell’aula anche in caso di forte luminosità
  • Un rivestimento liscio e anti-usura resistente ai graffi, ideale per l’ambito scolastico.
  • Due altoparlanti stereo incorporati (2x10W) capaci di riempire in modo chiaro e efficace due aule di grandi dimensioni.

Scopri di più

Sharp Big Pad

Stai valutando di introdurre Big Pad di Sharp o altre lavagne interattiva nella tua didattica? Contattaci subito, puoi organizzare una prova nella nostra sede Eurotecnica senza obbligo di acquisto. Scopri la promozione

Leave a Reply

Your email address will not be published.

uno × 1 =